Chi siamo

La storia

Nato nel 1920 il Maglificio Lisanzese ha subito avuto l'impronta della sua giovanissima fondatrice, Liberata Bodio che aveva imparato l'arte della maglieria confezionando calze, guanti e maglioni per le famiglie dei militari sul fronte della guerra del Corso e delle Alpi.

Dopo il 1950, il progressivo sviluppo delle iniziative portò a continui successi sui mercati internazionali. Il successo del Maglificio Lisanzese è dovuto alla scelta di fare un prodotto qualitativamente di alto livello.

Nel 1975 all'età di 80 anni, la fondatrice scomparve. Una laboriosità ancora oggi ricordata dalle maestranze che l'hanno riconosciuta come Maestra e che tuttora sono occupate.

Lisanza oggi

La produzione e la nostra immagine sono costantemente cresciuti nel corso degli anni e così anche la nostra azienda.
Oggi il Marchio "LISANZA" è presente ovunque nel mondo.
È sinonimo di un prodotto garantito di ogni livello mentre, alla tradizione maglieria si è aggiunta la corsetteria e la lingeria.
Si producono articoli in lana, in seta, in filo di scozia e in lino. Solo fibre naturali.

La Produzione

Queste pagine ci fanno correre nei vari reparti di produzione del Maglificio Lisanzese

Dalle macchine tubolari che usano filati di lana, di seta, di filo di scozia, di lana-seta, ed anche cachemire, alle migliaia i fili che si intrecciano per fare i tessuti di pizzo, in fibre naturali, che rappresentano tuttora una caratteristica della nostra produzione, ed ancora uno dei reparti di confezionatura.

La continua ricerca, la minuziosa composizione e l'utilizzo di alta tecnologia ci contraddistinguono rendendoci una realtà apprezzata nel settore.

Storia grafica del logo

In ordine cronologico da sinistra, il nostro logo storico negli anni '40, in violetto negli anni 70, più grafico e serioso negli anni 90, ultimo sinuoso ed elegante quello attuale.

Share